Un grande ed indispensabile Aiuto

La mia esperienza con “l’indispensabile” Virginia inizia appena tornata dall’ospedale dopo un parto cesareo.
Io 44 anni ed il mio compagno 53, con una vita passata a pensare a se stessi, al lavoro ed alla carriera.

Questo figlio da un lato “ un regalo inaspettato” e dall’altro “un cambiamento enorme” a cui non eravamo preparati, sopratutto io.

Ho contattato Virginia prima di partorire (dietro consiglio di una amica) e la decisione di chiedere il suo aiuto è stata la migliore che potessi prendere.

Virginia è stata una luce, un faro ed una guida in un momento di buio assoluto.

Con la sua calma, la sua serenità ed i suoi preziosi consigli abbiamo iniziato un nuovo cammino e siamo riusciti a dare una routine al nostro bambino ed alla nostra nuova vita in tre ma sopratutto grazie a lei abbiamo acquistato fiducia in noi stessi e tutto ciò che sembrava insormontabile è diventato naturale.

Grazie tante Virginia, resterai sempre nel nostro cuore!

Alessandra, Vincenzo ed il piccolo Andrea

 

Barbara, Nazzareno, Anita

Un raggio di luce a rischiarare il buio caos di mille inutili consigli.

Un aiuto concreto fatto di dolcezza, sapienza, professionalità e, soprattutto, semplicità…

Questa è stata ed è per noi Virginia.

Grazie alla sua guida stiamo riuscendo a gestire meglio le esigenze della nostra piccolina, innanzitutto, imparando a capirle!

Tutto è diventato più semplice, chiaro e meno faticoso, così da poter impiegare tutte le nostre energie nel goderci appieno questo meraviglioso dono che è la nostra Anita.

La piccola Isabella

Prima figlia. 40 anni io, 44 anni mio marito. In una grande città come Roma. Soli.
Dopo il parto cesareo si torna a casa. Le prime difficoltà, tra la scoperta di questo nuovo mondo e il decorso post-operatorio.
I giorni passano, mio marito rientra a lavoro. E, come era ben prevedibile, mi trovo a dover affrontare le giornate da sola.
Io e lei, il nostro piccolo delizioso fagottino! Una bellissima bimba di nome Isabella.
Una conoscenza fatta di piccoli gesti, di carezze, di sguardi. Una gran tenerezza!
Con il passare dei giorni, unitamente alle difficoltà, si manifesta tanta stanchezza… la piccola che dorme poco… e mai in culla!
Capisco dunque che è il caso di avere un supporto.
Così, cercando sul web, trovo lei: Virginia Poppins!
Il solo nome è già di per se confortante e mi ha fatto affiorare dolci ricordi… chi di noi non ha mai visto il celebre film Mary Poppins!?
Così l’ho chiamata. Ci siamo accordate ed abbiamo iniziato un percorso insieme.
Lei è dolce e rassicurante. Calma e serena. Pacata.Rincuorante!
Insomma, tutto quello di cui un neonato ha bisogno…e che spesso, noi mamme, non riusciamo purtroppo a trasmettere.
Grazie Virginia, ora Isabella dorme in culla!
Con te ho imparato e scoperto tante cose e tanti piccoli ed utili accorgimenti necessari per gestire ed accudire al meglio la nostra piccolina. Ora siamo tutti più sereni!
Due principianti e Isabella

Affiancamento puericultrice

Perché scegliere l’affiancamento di una persona esperta?1343804640653-300x225
Per prima cosa vorrei specificare che avere accanto una puericultrice non significa essere mamme incompetenti, ma piuttosto essere attente ai propri tempi ed ai propri bisogni, inoltre significa avere una maggiore sensibilità nei confronti del proprio bimbo.
Qualcuno nel tempo ha sollevato il problema economico, ma io continuo a pensare ed a vedere quante spese superflue vengono fatte per il neonato che potrebbero essere invece impiegate a favore di entrambe, madre e bimbo proprio con un sostegno.
Una mamma serena ha anche un neonato piú tranquillo e fiducioso, ancor di più quando i bimbi sono due.

Pin It on Pinterest

WhatsApp Contattami Ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: