Puericultrice o doula, semplicemente Virginia

Doula Virginia

Doula Virginia

Mi chiamo Virginia Mereu, anche detta  “Virgy  Poppins”, mi sono diplomata come Assistente di Comunità Infantile Montessori nel  1976 ed è dal mio diploma che lavoro, prima nell’ambito dell’asilo nido, e successivamente, nell’ affiancamento al travaglio, o nel dopo parto, al rientro a casa della puerpera e del neonato, con assistenza domiciliare.

Perché? La maggior parte delle volte vengo chiamata al telefono da mamme o papà che a breve dovranno avere il loro piccolo neonato, o alle volte quando il neonato è già arrivato in casa e la mamma è provata, con un carico di stanchezza inaspettato e sente il bisogno di riequilibrare le forze.

Continua a leggere

Il Libro delle Mamme – Federico, Pamela & Ludovica

Ognuno di noi almeno una volta nella vita vedendo il film della Walt Disney Mary Poppins, la straordinaria bambinaia piovuta dal cielo, avrà sicuramente pensato che certe cose si vedono solo nei film e che nella realtà è impossibile trovare una Mary Poppins in carne ed ossa.

Ed invece non è così, infatti nella realtà esiste eccome una persona straordinaria alla quale i bambini (ed anche i genitori) si affezionano subito e vorrebbero che restasse con loro per sempre: Virginia Mereu per gli “amici” Virgy Poppins che proprio come la Mary Poppins del film fa loro presente che dovrà andarsene quando cambierà il vento…

Il libro delle Mamme

Il libro delle Mamme

Una persona eccezionale, dotata di una dolcezza infinita, sia con i bambini che con i genitori, che con la sua competenza ed esperienza porta gioia e felicità nelle case di chi invoca il suo aiuto.

Iniziamo nel dire che solo sentendola per telefono già ci si sente meglio; quella voce rassicurante e soprattutto la risposta giusta al momento giusto fanno di Virgy Poppins davvero la N°1 nel suo settore.

Il primo incontro poi è davvero simile a quello del film Mary Poppins, infatti emana una sicurezza ed una positività tali, che sembra che in un battibaleno tutti i problemi per i quali l’hai chiamata siano spariti…e’ incredibile!

Sempre dalla parte del bambino, sempre pronta a suggerirti, ad incoraggiarti e darti quei consigli che magari qualcun altro ti aveva già dato ma non con il suo carisma e con la sua persuasione, che sembra quasi essere un dono soprannaturale.

A noi ci ha molto aiutati a comprendere le ragioni del pianto di nostra figlia Ludovica, spiegandoci come fare per interpretarlo e soprattutto suggerendoci dei modi per farle ritardare le poppate visto che a 6 mesi voleva essere ancora allattata al seno ogni 4 ore. Inoltre con estrema meraviglia siamo riusciti a farla addormentare nel suo lettino anziché in braccio, cosa che non era mai accaduta prima.

Già durante la sua prima consulenza si sono visti dei risultati stupefacenti e da allora in poi, la nostra piccolina ha incominciato ad essere più regolare nel sonno e nel mangiare…e come dice Virgy quando la bambina si sarà abituata alla nuova routine andrà ancora meglio!

Potrà sembrare piaggeria ma vi garantiamo che è davvero così Virgy Poppins è “praticamente perfetta sotto ogni aspetto”… anche se, come di ce lei, per i miracoli si stà ancora organizzando!

Grazie di tutto,

Federico, Pamela & Ludovica

Il Libro delle Mamme – Livia

Roma, Marzo 2015.

Virginia ci è stata accanto da subito, dieci minuti dopo essere tornati dall’ospedale con la piccola Lucia. L’esperienza del cesareo, la debilitazione, la difficoltà della montata lattea, la mancanza di sonno, gli ormoni a mille, tutti aspetti faticosi e sorprendenti che Virginia mi ha aiutato a vivere e superare, con il suo garbo e i suoi preziosi gesti di accudimento, i suggerimenti pacati. In effetti ha preso in carico l’intera famigliola, altrimenti senza aiuti e con nonni anziani che vivono in quartieri distanti, da subito osservandoci, ascoltandoci, suggerendo a mio marito come cambiare il pannolino, come preparare il biberon, coccolando Lucia, aiutandola a prendere sonno e aiutando me a prendermi cura di lei con suggerimenti indispensabili sull’allattamento al seno, su quali materiali od oggetti veramente necessari, e su tanti altri aspetti pratici e psicologici. Quando la stanchezza mi travolgeva c’era Virginia che mi tranquillizzava e mi spediva gentilmente, a schiacciare un pisolino, accudendo Lucia, oppure facendomi un meraviglioso massaggio per decontrarre i muscoli aggrovigliati; abbiamo anche parlato tanto perché l’avvio della vita rende la mamma potente e consapevole, ma anche tanto sola per molte ore, con ritmi di vita e tempi completamente assoggettati alle esigenze del neonato e ci vuole qualche settimana per apprezzare la bellezza di questa solitudine, la sua sorprendente ricchezza, bilanciandola con i momenti preziosi che sono condivisi con le persone che ti portano aiuto, affetto e conoscenza. Virginia ha consentito che l’inesperienza e le paure, la stanchezza e i picchi di entusiasmo, stupore e di felicità risultassero normali passi di un meraviglioso inizio.
Non posso che ringraziarla di cuore, insieme a mio marito e a mia figlia, continuando a contare su di lei e sulla sua preziosa e gentile competenza.

Livia e la piccola Lucia

La prima pappa di Leo

La prima pappa di Leo

La prima pappa di Leo Alle volte, per la prima pappa, i bimbi ci danno un segnale, proprio quando sono pronti a fare un passo avanti, e sta a noi adulti, ed alla mamma in particolare, cogliere questo segnale e modificare il modo di fare, la strada da percorrere. Da…

Continua a leggere

Pianto del neonato: quali sono le ragioni?

Il pianto del neonato Il pianto del neonato è una delle ragioni di forte ansia da parte della mamma, perché mette in crisi tutte le certezze e mette in atto, da parte di tutte le persone circostanti, dei consigli, modi di fare, azioni, atti a farlo smettere. Il pianto però…

Continua a leggere

Preghiera di un bambino

Preghiera di un bambino

Preghiera di un bambino Questa “Preghiera di un bambino” mi è stata donata dalla mia grande amica, ed illustre pediatra, Iris Paciotti che, esercitando ancora la sua professione, alla veneranda età di 88 anni, non smette di amare i bambini e di cogliere nei loro occhi una preghiera.                                          Eccola:…

Continua a leggere

Il Libro delle Mamme – Raffaella

Roma, Ottobre 2014.

Carlotta è la mia prima figlia, ed essendo io giunta a 40 anni di età senza aver mai avuto a che fare con un neonato, ho cominciato fin da metà della gravidanza a pormi il problema di come avrei fatto a cavarmela in questa nuova, straordinaria e potenzialmente destabilizzante avventura!
Il nome di Virginia, ed il suo sito Internet, mi sono stati procurati da mia suocera, che a sua volta ne era venuta a conoscenza dal suo nutrito “clan” di amiche nonne molto emancipate. Ho inviato una mail “esplorativa” e Virginia mi ha telefonato il giorno dopo.
Mi hanno colpito, da subito, il suo tono di voce pacato e rassicurante, l’approccio soft e la sua disponibilità, nonché il fatto che mi abbia chiesto immediatamente di me, del mio compagno, delle mie specifiche esigenze.
Abbiamo fissato un appuntamento ed è stato “amore a prima vista”, perché Virginia è un mix di professionalità e dolcezza che mette subito a proprio agio e ti induce ad affidarti ai suoi consigli senza timori.
È venuta a casa nostra il giorno stesso che siamo tornati dalla clinica, per la prima volta assieme ad un frugoletto di 5 giorni di vita: la nostra Carlotta.
Per me, reduce da un cesareo e inesperta in tutto, con una madre non in gran forma ed una suocera iper impegnata, è stata fondamentale. Mi ha insegnato da subito modi e tempi delle poppate (all’inizio non semplicissimi, data la mia goffaggine ed il poco latte in seno), e mi ha fatto capire che all’occorrenza ricorrere al biberon non è certo cosa di cui sentirsi in colpa, anzi!
Ha organizzato i cassetti della bimba, il fasciatoio in bagno, il lettino e la carrozzina, e mi ha aiutato a capire cosa fosse necessario comprare e quanti ammennicoli da neonato, invece, fossero superflui o addirittura sconsigliabili per il bebè.
Più di ogni altra cosa, nei giorni successivi al primo ha consentito a me e al mio compagno, tramortiti dal cambiamento di vita e di ritmi, di “dimenticarci” per qualche ora di Carlotta e di ritagliarci dei momenti per noi, per riposarci o semplicemente per “fare altro”.
Dopo due settimane trascorse con il suo prezioso supporto quotidiano, il rodaggio era stato felicemente completato e mi sentivo di aver superato la fase più delicata del rapporto con mia figlia senza grosse difficoltà.
Certo, i dubbi e le incertezze sono sempre in agguato, ma Virginia è presente anche da lontano per regalare un consiglio o una parola di conforto.
E l’ho già “prenotata” per il momento in cui, fra qualche mese, si tratterà di scegliere la scuola materna!

Raffaella e Carlotta

Bagnetto del neonato: quando fare il primo?

Bagnetto del neonato

Bagnetto del neonato: quando fare il primo? Ci sono delle regole che stabiliscono quando fare il primo bagnetto del neonato? In linea di massima il primo bagnetto ad un neonato, al rientro a casa, può essere fatto dopo un paio di giorni  dalla caduta del moncone ombelicale. Naturalmente se non ci…

Continua a leggere

Svezzamento

LO SVEZZAMENTO Lo svezzamento è una fase molto importante, non solo rispetto allo sviluppo del bambino, ma anche all’interno del suo rapporto con la mamma. Se, infatti, da un punto di vista squisitamente fisiologico esso rappresenta il passaggio dall’alimentazione liquida a quella solida, dal punto di vista psicologico implica invece…

Continua a leggere

Il Libro delle Mamme (…e dei papà) – Giampaolo

Parma, Settembre 2014.

Virginia è stata un supporto fondamentale per mia moglie Giulia, alla sua prima maternità, per la piccola Ginevra ed anche ovviamente per me. Sono stato in grado di tornare al mio lavoro in azienda, con la tranquillità che deriva dal sapere che le mie ragazze erano in buone mani.
Virginia ha una grande esperienza e cultura in materia di puericultura e una grande intelligenza relazionale. Non si sostituisce alla mamma, che affianca in un processo discreto di formazione e di acquisizione di maggiore sicurezza operativa quotidiana. Virginia si sente poco ma gli effetti della sua professionalità sono presto evidenti e tangibili.
La nostra piccola Ginevra ha presto acquisito un regolare ciclo veglia-sonno, ha già iniziato ad interagire con serenità e mia moglie Giulia ha acquisito da Virginia una maggiore sicurezza nella gestione quotidiana della bambina.

Giampaolo, Giulia e Ginevra

“Aiutami a fare da solo” (Maria Montessori)

“Aiutami a fare da solo” (Maria Montessori) Questa bellissima frase di Maria Montessori mi accompagna ormai da molto tempo, dai tempi dello studio come Assistente  di Comunità Infantile con indirizzo Montessori, ma cosa vuol dire? ed è ancora attuale? Partiamo però da una breve storia.

Continua a leggere

Quanto investiamo per il nostro neonato?

Quanto investiamo per il nostro neonato? Per il bene più prezioso che la vita ci ha concesso, cioè il nostro bimbo, quanto investiamo? Si sente spesso parlare di università prestigiose, pensando ad un ragazzo che un giorno prenderà quella o questa strada, ma il percorso non inizia a 19 anni,…

Continua a leggere

Il neonato ed il cucchiaino

Il neonato ed il cucchiaino. Qualcuno si chiederà a cosa gli serve un cucchiaino, un neonato non ne ha bisogno, è un oggetto che occorrerà al bimbo in una fase molto avanzata, quando mangerà le pappe, non ora. Io vi dico che non è così, sono ormai abituata a guardare…

Continua a leggere